AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS - Dermfix Ltd continua a gestire gli ordini e consegna i prodotti regolarmente

0Item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

SULLA FOTOTERAPIA

Sulla fototerapia Luce ultravioletta

La luce ultravioletta è il termine usato per la lunghezza d'onda di luce non visibile che è appena oltre l'estremità "visibile violet" dello specchio . Ci sono diversi modi utilizzati per catalogare le diverse lunghezze d'onda all'interno dello specchio ultravioletto, ma in questo articolo useremo i termini più comunemente usati che sono per i  raggi ultravioletti A, ultravioletti B e Ultravioletti C. L’atmosfera blocca gran parte dei raggi ultravioletti emessi dal sole sulla terra.

Per un uso medico siamo più interessati a raggi ultravioletti B (UVB altrimenti chiamato), e, pertanto, in primo luogo parleremo  ,nella maniera più breve possibile,  sugli  altri due settori citati.

Raggi ultravioletti A

Vengono indicate anche come UVA, UV-A, onda lunga o luce nera. Si riferiscono  a lunghezze d'onda della luce ultravioletta tra 315 nm (nanometri) e 400nm.  favoriscono  un’abbronzatura veloce della pelle provocando  l’ossidazione della melanina (pigmento), presente nel corpo. UVB è la lunghezza d'onda che stimola l'organismo  nel  produrre più melanina. Ironia della sorte la melanina è una difesa dal corpo che serve per  bloccare effettivamente le radiazioni UV che danneggiano  il tessuto cutaneo in profondità. La tua capacità di "montare questa difesa", sottoforma di abbronzatura è in gran parte dettata dalla genetica.

In passato UVA è stata considerata la forma più sicura di luce ultravioletta, e sembra essere meno responsabile per il cancro rispetto a UVB, che provoca il melanoma, e  che è di gran lunga il più pericoloso tipo di cancro della pelle. La luce UVA penetra la pelle in profondità, distrugge la vitamina A, e può causare danni al DNA indirettamente. Non provoca arrossamento (eritema) della pelle  e rende più difficile misurare possibili danni alla pelle da esposizione.

Dal punto di vista benefico è ancora talvolta usato per il trattamento di acne, anche se a nostro avviso pensiamo che ci siano lunghezze d'onda più sicure ed efficienti neglii spettri rossi e blu per aiutare l'acne, ma non certamente un effetto positivo a breve termine. UVA è utilizzato anche nel trattamento di neurodermite e anche come "Woodlight" che viene utilizzata solo per la diagnosi di malattie della pelle (non è un trattamento). Le lampade UVA portatili sono disponibili anche sul nostro sito o da "ordine speciale".

Il trattamento PUVA

Il trattamento PUVA è l'utilizzo di luce UVA in combinazione con psoraleni (farmaci) per rendere la pelle iper-fotosensibile ed è efficace nel trattamento della psoriasi. Tuttavia, a parte tutte le preoccupazioni circa l'UVA, il numero di trattamenti deve essere attentamente monitorato e limitato nel corso della vita di un paziente a causa di potenziali danni al fegato causati dalle psoraleni.

Ultravioletti C

È la lunghezza d'onda della luce tra 100nm (nanometri) e 280nm.
È utilizzato principalmente per la sterilizzazione in laboratori e strutture mediche. Il DNA negli organismi viventi assorbe la radiazione ultravioletta meglio a picchi di circa 185nm e 265nm. Sono commercialmente più facili da produrre le  luci UVC che emettono intorno al livello di 254nm e quindi questo è utilizzato più spesso. L'effetto della radiazione UVC può non uccidere direttamente l'organismo, ma in replica il danno al DNA. Alcuni impianti moderni di trattamento delle acque, utilizzano ora anche UVC.

Ultravioletti B

Questa è la zona di maggiore interesse per la maggior parte dei clienti. Si riferisce a lunghezze d'onda della luce tra 280 nm e 315 nm, e quindi viene anche a volte chiamata la luce ultravioletta a onde medie. Sono queste lunghezze d'onda che si sono dimostrate efficaci per il trattamento di disturbi della pelle come psoriasi, vitiligine e dermatite atopica (eczema). Storicamente, nei primi giorni di trattamento UVB, le lampadine utilizzate emettevano  appieno lunghezze d'onda tra 280 nm e 315 nm e questi tubi sono ancora chiamati tubi UVB "banda larga". Queste lunghezze d'onda includono dimostrazioni terapeutiche ma anche le lunghezze d'onda più corte  causano arrossamento (eritema) e anche bruciore della pelle. Queste lunghezze d'onda indesiderabili, (quelle sotto 305 nm), che causano l'eritema aumentano il rischio di cancro della pelle, causano disagio e ovviamente limitano la quantità di trattamento che è possibile. La risposta più moderna dal 1980 è stata l'utilizzo di tubi UVB a banda stretta . Questi emettono luce solo UVB a circa il 310nm a 313nm lunghezze d'onda, ma sono ancora molto efficaci per il trattamento di disturbi della pelle. I tempi di trattamento per tubi UVB a banda stretta sono leggermente più lunghi rispetto alla banda larga, ma questo può anche essere semplicemente neutralizzato mediante l'uso di più tubi.

Luce ultravioletta e vitamina D

La pelle produce vitamina D in risposta all'esposizione alle onde UVB principalmente nel 285nm alla gamma 315 nm. Nel 2002, il Dr. William B. ha pubblicato un articolo sostenendo che 23.800 morti premature si verificano negli Stati Uniti ogni anno a causa del cancro causato  da carenza di vitamina D. Questo è superiore ai 8.800 decessi che si verificano da melanoma o carcinoma a cellule squamose. Altre ricerche stimano che 50,000-63,000 persone negli Stati Uniti e 19.000 - 25.000 nel Regno Unito muoiono prematuramente di cancro ogni anno a causa di carenza di vitamina D. La ricerca più recente dal Dr. Richard Setlow del Brookhaven National Laboratory di New York dimostra che la vitamina D sembra proteggere  l’organismo dai tumori alla mammella, ai  polmoni, al colon e alla  prostata.

Le nostre opinioni

La scienza medica è in continua evoluzione sia nell'opinione e trattamenti rispetto alla luce ultravioletta. Considerando I dati attualmente disponibili, prendiamo il seguente punto di vista per quanto riguarda l'esposizione ai raggi UV e fototerapia, ma bisogna sottolineare che questa è solo la nostra opinione corrente e ogni persona deve fare la propria decisione.

1. Luce UVA per l'abbronzatura

Siccome l'abbronzatura è volta  puramente a ragioni estetiche, non approviamo il suo utilizzo visti i possibili effetti collaterali a lungo termine.

2. Trattamento dell'acne con luce UVA

Noi pensiamo che i trattamenti a luce rossa e blu offerti siano trattamenti a base di luce più sicura e più efficaci con poco o nessun effetto collaterale, e sarebbe quindi non raccomandabile la luce UVA.

3. Il trattamento della psoriasi con la luce PUVA

Questo è attualmente disponibile solo sotto stretto controllo medico e quindi un'opzione per il trattamento a casa. Non dovremmo  mai cercare di ignorare il consiglio del medico o del vostro dermatologo ma sembra che anche a livello di banda stretta il trattamento UVB clinica sta gradualmente sostituendo PUVA come trattamento di prima scelta, dato che esso che ha molto meno effetti collaterali.

4. luce UVB per la produzione di vitamina D

Una nuova ricerca sta mostrando i numerosi vantaggi dei livelli adeguati e sani di vitamina D, e mostrando anche i gravi svantaggi di carenza di vitamina D. Per migliaia di anni il corpo umano si è evoluto per la produzione di vitamina D dalla luce solare e per rafforzare le ossa. Purtroppo nell'emisfero settentrionale tra ottobre e maggio il sole è basso e i raggi del sole sono così ben filtrati dall'atmosfera,  e poca vitamina D può essere prodotta dal corpo. Appoggiamo il parere del Dr. Thomas Stuttaford la cui  risposta è di uscire senza protezione solare abbastanza a lungo per assorbire il sole estivo, e quindi la produzione di riserve di vitamina D3. Come Joanna Owens,  scienziata responsabile dell'informazione per la Ricerca sul Cancro ha recentemente dichiarato: "Un po 'di sole va un lungo cammino. La quantità di esposizione è necessaria per ricaricare vitamina D che è sempre inferiore alla quantità necessaria per abbronzarsi o bruciare, che aumenta il rischio di cancro della pelle".

5. La luce UVB per la psoriasi, vitiligine e Eczema atopico

Come specificato in precedenza, riteniamo che l’unità UVB a banda stretta, che produce lunghezze d'onda intorno 311nm, sia  l'opzione più sicura rispetto ai raggi UVB a banda larga o addirittura un trattamento PUVA. Questo perché la banda stretta evita le bruciature (eritema) per le lunghezze d'onda UVB più comunemente associati con tumori della pelle ed evita che anche l'UVA che è collegata al melanoma, il cancro della pelle più pericoloso. Ci rendiamo conto che in un mondo ideale tutti i trattamenti UVB sarebbero al 100% sotto la supervisione di un operatore sanitario in una clinica o in ospedale, ma abbiamo anche rispettato  il diritto delle persone di cercare la comodità di un trattamento privato a casa. In definitiva, la luce UVB è a disposizione di tutti con una passeggiata fuori in estate, e pertanto la sensazione che un piano di trattamento a casa ragionevole con le attrezzature e le linee guida operative corrette, potrebbe in realtà essere più sicuro di esposizione alla luce solare diretta non monitorato. Siamo consapevoli di chi soffre di psoriasi che prenotano le vacanze di due settimane al sole, solo per  cercare un po 'di sollievo dalla loro condizione. A parte il costo, disagio e l'esposizione a lunghezze d'onda indesiderate sembra essere non salutare forzare il vostro corpo a un trattamento di due settimane di una forte terapia della luce UV del sole, e quindi consente la psoriasi per tornare gradualmente nel corso dei mesi successivi.

Conclusione

A nostro parere, che è anche quello di molti medici professionisti, sembra più sicuro mantenere un basso livello costante di esposizione UVB a banda stretta a casa, e mantenere queste condizioni della pelle sgradevoli sotto costante controllo il più possibile. Probabilmente, negli anni, altri trattamenti per queste condizioni saranno disponibili, ma attualmente sembra essere chiaro che UVB a banda stretta è la migliore opzione per coloro che desiderano trattare la loro condizione con una qualche forma di fototerapia ultravioletta.

Nota: Si prega di notare che l'articolo di cui sopra è solo la nostra opinione, anche se si è a conoscenza di eventuali errori in quanto sopra si prega di contattarci via e-mail.

Post your comment

Dermfix Limited